L’indirizzo musicale si configura come parte integrante del percorso formativo del primo ciclo di istruzione e si colloca nello scenario educativo della scuola dell’obbligo. Attualmente nella Scuola secondaria di primo grado è presente una sezione che affronta lo studio dei seguenti strumenti musicali: chitarra, flauto traverso, percussioni e saxofono.

La Scuola secondaria di primo grado non ha finalità professionalizzanti. La didattica strumentale è, tuttavia, qualificata per poter prefigurare un proseguimento degli studi in sintonia con gli attuali indirizzi di riforma previsti per il settore degli studi musicali accademici. L’impegno ed il coinvolgimento nello studio di uno strumento musicale e della musica d’assieme rappresentano una significativa esperienza umana e sociale, nonché un fattore di crescita nella capacità di operare scelte consapevoli e di impegnarsi per adempierle.

L’indirizzo musicale è quindi principalmente finalizzato a realizzare esperienze ed attività interdisciplinari attraverso la pratica strumentale, a favorire nel preadolescente, in coerenza con i suoi bisogni formativi, l’acquisizione del piacere di esprimersi e di proporsi musicalmente oltre che alla maturazione di un personale gusto estetico e la capacità di esercitare un giudizio critico.